Dall’Iva agevolata è esclusa la produzione di liquidi/gel cosmetici igienizzanti

I saponi liquidi cosmetici e i gel cosmetici igienizzanti non rientrano nella categoria dei “detergenti disinfettanti mani” per i quali l’art. 124 del Decreto Rilancio prevede, per le cessioni effettuate entro il 31 dicembre 2020, l’esenzione dall’imposta sul valore aggiunto e, per le cessioni effettuate a partire dal 1° gennaio 2021, l’aliquota IVA ridotta del 5% (Agenzia Entrate – risposta 17 settembre 2020, n. 370).

Il Decreto Rilancio ha introdotto una disciplina IVA agevolata in relazione alla cessioni di determinati beni, ivi elencati, considerati necessari per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

In particolare, le cessioni dei beni ivi indicati sono esenti da IVA se effettuate entro il 31 dicembre 2020, mentre se effettuate a partire dal 1° gennaio 2021, dette cessioni sono assoggettate all’aliquota IVA del 5%.

Tra i beni elencati figurano i “detergenti disinfettanti mani”.

Al riguardo, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli nel mese di maggio, ha fornito dei primi chiarimenti sulla disciplina, individuando anche i codici TARIC dei beni agevolati.

Per i “detergenti disinfettanti mani”, l’ ADM individua diversi codici del Capitolo 34, precisamente “ex 34011100, ex 34011900, ex 34012010, ex 34012090, ex 34013000, ex 34021200, nonché ex 380894”.

Questi codici sono preceduti dalla particella “ex”, che significa “una parte di”. Quanto a significare che la voce doganale richiamata ha una portata più ampia e pertanto occorre individuare all’interno della stessa, quali beni siano agevolabili ai sensi dell’art. 124.

Riguardo al caso di specie, i saponi liquidi cosmetici e i gel cosmetici igienizzanti non possono essere ricondotti al codice TARIC 3401 3000 che individua i seguenti beni: “Saponi; prodotti e preparazioni organici tensioattivi da usare come sapone, in barre, pani, pezzi o soggetti ottenuti a stampo, anche contenenti sapone; prodotti e preparazioni organici tensioattivi per la pulizia della pelle, sotto forma liquida o di crema, condizionati per la vendita al minuto, anche contenenti sapone; carta, ovatte, feltri e stoffe non tessute, impregnati, spalmati, o ricoperti di sapone o di detergenti”.

Il codice 3401 3000 in particolare identifica “Prodotti e preparazioni organici tensioattivi per la pulizia della pelle, sotto forma liquida o di crema, condizionati per la vendita al minuto, anche contenenti sapone”.

Nessuna proprietà disinfettante è dunque ivi richiamata.

Pertanto, l’agevolazione Iva non trova applicazione nei confronti di beni con finalità di cosmesi.