ANPAL: fondo di investimento sociale per l’impatto occupazionale


Al fine di contrastare la disoccupazione e l’inattività giovanile nelle regioni del Mezzogiorno, l’Anpal ha istituito il Fondo di investimento sociale per l’impatto occupazionale.


Il fondo finanzia progetti che assicurino una ricaduta sociale in termini di crescita dell’occupabilità dei giovani fino a 35 anni e di incremento del benessere sociale. Con questa finalità, tale fondo sosterrà modelli innovativi per la formazione e la riqualificazione professionale per il recupero dei giovani a rischio di emarginazione e lo sviluppo di realtà sostenibili in grado di generare occupazione.
Soggetti destinatari saranno le imprese, le cooperative, le associazioni (in forma singola o associate) capaci di costruire centri di eccellenza o altri interventi innovativi. I soggetti destinatari dovranno possedere un elevato know-how nell’ambito delle attività di formazione e dovranno garantire la presenza di un cofinanziamento privato a livello di progetto.
Le linee guida del fondo prevedono: la flessibilità degli strumenti attivabili: investimenti in Equity e quasi Equity, al fine di sostenere la maggiore stabilità delle operazioni e degli interventi; prestiti, in funzione della tipologia di progetto e di soggetto proponente; l’identificazione di interventi anche di medie/grandi dimensioni (da 5 a 10 milioni di euro) capaci di generare impatti significativi e duraturi; il coinvolgimento di investitori privati che potrebbero cofinanziare il fondo tematico (investitori a livello di portafoglio) o i progetti; la quantificazione ex ante ed ex post del ritorno sociale e la definizione di regole di remunerazione e modelli di misurazione dell’impatto sociale; la costituzione di un Comitato di investimento in cui Anpal avrà il ruolo di indirizzo e validazione delle singole scelte di investimento del fondo.
Si tratta di strumenti di investimento ad impatto sociale per ridurre la disoccupazione giovanile, la dispersione scolastica e il fenomeno dei Neet. Si prevede una forte adesione da parte degli investitori privati a maggior vocazione sociale, che possano consentire di aumentare la scala degli interventi, finanziando progetti sottoposti a rigorosa valutazione quanto agli esiti ottenuti.